F24 nel regime forfettario: guida Quick alla compilazione

Leggi l'articolo o contattaci per saperne di più

Sei un neofita del regime forfettario e ti chiedo cos’è un F24?
Ti troverai ben presto a prendere dimestichezza con il temibile Modello F24, necessario per il pagamento di imposte e contributi. Oggi ti spieghiamo come compilare le varie sezioni del documento e come inviare un Modello F24!

Modello F24 per lavoratori autonomi

Il Modello F24 ti servirà per versare i contributi forfettari (imposta sostitutiva ed eventuali contributi per la Gestione Separata INPS). Se non sai esattamente che cosa devi pagare, quando e quanto, puoi consultare il nostro calendario fiscale forfettario!

 

Come compilare il Modello F24: i codici tributo

Per nostra fortuna, l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione online un Modello F24 semplificato, disponibile per i professionisti con Partita IVA.

Oltre a dover indicare i tuoi dati anagrafici, l’informazione per te più importante riguarda l’inserimento dei codici tributo corretti, che identificano il tipo di rata che stai pagando. Il nuovo Modello F24 unificato prevede codici tributo validi sia per il regime forfettario sia per il vecchio regime dei minimi, che resta ancora attivo per chi ha aperto Partita IVA negli scorsi anni – prima dell’entrata in vigore del Regime Forfettario. I codici tributo di riferimento per il versamento dell’imposta sostitutiva sono:

  • 1790 – Acconto della prima rata
  • 1791 – Acconto seconda rata oppure versamento in un’unica soluzione
  • 1792 – Saldo

 

Nel Modello F24 semplificato, disponibile ed editabile online, dovrai compilare anche i campi relativi ai contributi, nella relativa “Sezione INPS”, inserendo il codice identificativo corretto (“causale contributo”), il periodo di riferimento e gli importi a debito versati.

Ecco i codici identificativi dei contributi INPS:

  • PXX | Contributi per i professionisti iscritti a Gestione Separata (saldo o acconto in unica soluzione)
  • PXXR | Contributi per i professionisti iscritti a Gestione Separata (saldo o acconto – pagamento rateizzato)
  • DPPI | Interessi di rateizzazione
  • P10 | Contributi per i professionisti iscritti a Gestione Separata titolari di pensione (versamenti in unica soluzione)
  • AF/CF | Contributi sul minimale del reddito (riferito ad Artigiani e Commercianti)
  • AP/CP | Contributi eccedenti il minimale di reddito, in unica soluzione (riferito ad Artigiani e Commercianti)
  • APR/CPR | Contributi eccedenti il minimale di reddito, rateizzati (riferito ad Artigiani e Commercianti)

 

A prima vista potrebbe sembrare molto complesso riuscire a compilare correttamente le diverse sezioni del Modello F24, ecco perché conoscere i codici tributo corretti e gli importi esatti (complessivi e singoli) ti sarà di grande aiuto!

 

Invio del pagamento Modello F24 online

I forfettari e i lavoratori autonomi in generale possono eseguire tutta la procedura per via digitale sul sito dell’Agenzia delle Entrate (al contrario dei privati cittadini!), direttamente online tramite il servizio F24 Web oppure utilizzando un software di compilazione del modello di versamento F24 messo a disposizione dalla stessa Agenzia, oppure tramite le banche abilitate.

Se temi di fare qualche pasticcio nella compilazione del Modello F24, scrivici.
Quickfisco può aiutarti con la Dichiarazione dei Redditi e con il calcolo esatto di imposte e contributi da versare, nonché nella compilazione e invio dei modelli F24!

Il periodo di prova di 7 giorni ti permetterà accedere alla piattaforma e usufruire di tutti i servizi di Quickfisco: fatturazione elettronica, creazione anagrafiche clienti e fornitori e monitoraggio degli incassi.

Prova gratis il nostro portale oppure scrivici per maggiori informazioni.

Tu rilassati e pensa a fatturare, al resto ci pensiamo noi 😉

Indice degli argomenti

Condividi su:

Facebook
LinkedIn
Email

Dubbi? Scrivici, ti ricontatteremo prestissimo!