⚠️ NOVITà

Servizio disponibile sia con WEB-APP che con MOBILE (per iOS e Android)

Regime forfettario Professionisti: apertura partita IVA e requisiti

Leggi l'articolo o contattaci per saperne di più

Regime forfettario professionisti

Regime forfettario Professionisti: chi sono  

Regime Forfettario professionisti: chi sono al giorno d’oggi?
Pochi lo sanno realmente.
Ecco una bella definizione per chiarire ogni dubbio: il professionista in regime forfettario, anzi, il “libero professionista” è colui che svolge un’attività economica per conto di terzi, fornendo servizi tramite il lavoro “intellettuale”. 

Esistono centinaia di tipologie di professionisti in regime forfettario, sempre più spesso chiamati “freelance”.
Degli esempi? Medici, veterinari, geometri, ingegneri, commercialisti, social media manager, consulenti e così via…  

Il punto in comune tra tutti questi soggetti è che non sono dipendenti di una singola azienda, ma lavorano per una o più aziende senza il vincolo di subordinazione. 

Regime forfettario Professionisti: devo iscrivermi ad un albo professionale?

Bisogna fare una distinzione tra professionista iscritto e professionista non iscritto ad un ordine professionale.  

Vuoi svolgere un’attività come: avvocat*, architett*, medic*, ingegner*, psicolog*, veterinari*, chimic*, biolog*, infermier*? Allora appartieni alla categoria dei professionisti iscritti ad un ordine professionale, questo significa che per esercitare la tua attività (con o senza la partita iva) devi essere obbligatoriamente iscritto al tuo ordine professionale di riferimento. 

Se, invece, svolgi un’attività che non richiede l’iscrizione obbligatoria ad un ordine professionale come per esempio: marketer, consulente, traduttore, coach, sviluppatore, fotografo, giornalista, blogger, personal trainer, sei un libero professionista privo di un ordine professionale. 

Requisiti per aprire una Partita IVA in Regime Forfettario 

Vuoi aprire la tua Partita IVA in regime forfettario per professionisti oppure hai già partita iva? Puoi comunque operare con il regime forfettario, a condizione che nell’anno precedente hai conseguito ricavi inferiori a 85.000 euro e hai corrisposto meno di 20.000 euro lordi a collaboratori e dipendenti. 

Se rientri in questi limiti, è quasi fatta!

E sì, perché ci sono delle cause di esclusione a cui prestare attenzione. Infatti, ecco quali requisiti devi rispettare per aprire partita iva in regime forfettario: 

  • Reddito percepito da lavoro dipendente o pensione uguale o inferiore a 30.000 euro lordi nell’anno precedente, oppure cessazione del rapporto lavorativo entro il 31 dicembre 2023;  
  • Non essere socio di una società di persone (sas o snc), associazione professionale o impresa familiare;  
  • Non svolgere l’attività per la quale è già stato adottato un regime speciale iva (agricoltura, monopoli di stato, agenzie di viaggi, vendite di beni usati);  
  • Avere la residenza fiscale in Italia, oppure residenza in uno stato membro UE o in uno stato aderente all’Accordo Spazio Economico europeo a condizione che il reddito prodotto in Italia sia almeno il 75% del reddito complessivamente prodotto;  
  • Non possedere più del 50% delle quote e non svolgere il ruolo di amministratore in una srl che opera nel tuo stesso settore;  
  • C’è un altro requisito molto importante, se vuoi continuare la collaborazione con il tuo datore di lavoro o ex-datore di lavoro da professionista. Per rimanere in regime forfettario, non potrai fatturare prevalentemente (più del 50%) a colui per cui sei stat* dipendente negli ultimi 2 anni.  

Se rispetti tutti i requisiti sopra elencati, puoi diventare anche tu un professionista in regime forfettario! 

Per abbonarti al nostro servizio di commercialista online, prenota una chiamata di orientamento gratuita con il consulente fiscale: potrai decidere giorno e ora > Prenota ora la call gratis 

Apertura partita IVA online regime forfettario: cassa previdenziale 

Un altro punto clou durante l’apertura della Partita IVA in regime forfettario per professionisti è la cassa previdenziale. Sia nel caso in cui tu sia un professionista in regime forfettario iscritto ad un ordine professionale oppure no, dovrai obbligatoriamente iscriverti alla tua cassa di riferimento e versare i contributi per la tua futura pensione.  

  • Sei un professionista iscritto ad un albo professionale? Allora dovrai iscriverti alla tua cassa previdenziale di riferimento.
    Un esempio? Se sei un infermiere, devi iscriverti alla cassa infermieri EMPAPI. 
  • Sei un professionista senza albo professionale? Allora in questo caso dovrai iscriverti alla Gestione Separata INPS, la cassa per tutti quei professionisti che non hanno un albo di riferimento.  

 

Per chiarirti le idee e sapere quanti contributi andrai a versare leggi il nostro articolo > Contributi INPS regime forfettario 2024: artigiani, commercianti e professionisti 

Quanto paga di tasse un libero professionista forfettario

Se stai per iniziare la tua attività o, comunque, se non fatturi più di 85.000 euro all’anno, il regime forfettario per professionisti è perfetto per te. 

La gestione contabile è semplice e libera da molti adempimenti, oltre a farti risparmiare un sacco di denaro in tasse rispetto agli altri regimi. Devi sapere che il regime forfettario gode di una tassazione agevolata al 5% per chi possiede i requisiti o al 15%.  

Oltre alla tassazione agevolata al 5 o al 15%, i professionisti hanno anche un altro ghiotto vantaggio in fase di apertura della partita IVA: non devono iscriversi alla camera di commercio.  
Infatti, il professionista che inizia l’attività dovrà comunicarlo solo allAgenzia delle Entrate e all’INPS o all’ordine professionale di riferimento. All’Agenzia delle Entrate, verserà l’imposta sostitutiva IRPEF, mentre all’INPS verserà i contributi previdenziali. 

Se volessi sapere quante tasse andresti a pagare, dai un’occhiata al nostro articolo aggiornato> Calcolo tasse regime forfettario 2024: spiegazione ed esempi 

Regime forfettario Professionisti: Per aprire la partita IVA online cosa serve?

Se possiedi i requisiti per accedere al regime forfettario, per aprire partita iva online come professionista, ti serve solo avere a portata di mano la carta d’identità (se sei venuto male nella foto non è un problema), e affidarti a noi di Quickfisco, commercialista online. 

Penseremo noi ad aprire gratis la tua partita iva forfettaria da professionista, ma non solo! 

Aiutiamo i forfettari a gestire la loro fiscalità con la nostra piattaforma Quickfisco che offre tanti servizi: 

  • fatturazione elettronica ILLIMITATA,  
  • Liste anagrafiche clienti e fornitori, 
  • previsionale tasse e contributi,  
  • calcolatore lordo e netto per le tue fatture,  
  • assistenza clienti veloce su WhatsApp 
  • E molto alto ancora 

 

Prova gratis la piattaforma dal tuo pc o smartphone, in questo caso ti basta scaricare l’app dal tuo store per fatturare ovunque tu sia. Altrimenti scrivici per maggiori informazioni. 

Tu rilassati e pensa a fatturare, al resto ci pensiamo noi 😉 

 

 

Indice degli argomenti

Condividi su:

Facebook
LinkedIn
Email

Dubbi? Scrivici, ti ricontatteremo prestissimo!