Partecipazione in società e Regime Forfettario: è possibile?

Leggi l'articolo o contattaci per saperne di più

segnale stop srl regime forfettario

Stai pensando di iniziare la tua attività in Regime Forfettario? Sicuramente avrai già sentito parlare della ghiottissima imposta sostitutiva agevolata o del fatto che ci sono pochissimi adempimenti fiscali da fare, ma saprai anche che ci sono dei requisiti da rispettare.

E se sono socio di una SRL e voglio approfittare del Regime Forfettario? Diciamo che è possibile,  ma a determinate condizioni, che vedremo tra poco.

Intanto facciamo intanto un discorso in generale, e scopriamo se essere socio di una società impedisce l’accesso al regime forfettario o meno.

Socio di società e Regime Forfettario

Quindi se ho una partecipazione in una società non posso beneficiare dei vantaggi del regime forfettario? Beh, dipende dalla società. Vediamo insieme se è possibile, in base al tipo di partecipazione societaria.

Partecipazione in Società di Persone

Mettiamo caso che detengo una partecipazione in una società in accomandita semplice (SAS), in una in nome collettivo (SNC), in una società semplice o tra professionisti.

Posso aprire la mia attività in regime forfettario? La legge 190/2014 è molto chiara: la risposta è no.

Quindi se ho una partecipazione me ne devo liberare, e poi dal 01/01 dell’anno successivo posso procedere con l’apertura della partita IVA in regime forfettario.

Solo nel caso in cui eredito questa partecipazione, posso ancora restare in regime forfettario, ma me ne devo liberare entro il 31/12 sennò ciao ciao regime agevolato.

Socio ente senza scopo di lucro

Per quanto riguarda le partecipazioni in enti non profit non c’è problema: posso tranquillamente aprire la partita IVA in regime forfettario. Questo vale non sono se sono socio, ma anche se sono il presidente o faccio parte del consiglio direttivo dell’ente.

Vale anche se sono dipendente, ma ovviamente la retribuzione lorda deve essere inferiore ai 30mila annui, come abbiamo già spiegato nell’articolo su regime forfettario e dipendente, insieme.

Forfettario e socio cooperativa

Va benissimo pure se sono socio di una cooperativa. In questo caso non incorro in nessuna causa di esclusione e posso procedere con l’apertura della partita IVA forfettaria.

Impresa familiare e Regime Forfettario

E invece la partecipazione in un’impresa familiare non va bene. Purtroppo, se voglio aprire partita IVA ma continuare a far parte dell’impresa familiare dovrò utilizzare il regime ordinario non potendo aderire a quello forfettario.

SRL regime forfettario

Per quanto riguarda la SRL la cosa si complica. Diciamo che se sono socio di una SRL o di una SRLS non sono escluso a prescindere, ma dipende dal controllo che ho su questa società e dall’attività svolta. Nel prossimo paragrafo approfondiamo meglio questo caso.

Forfettario e Socio SRL o SRLS: Requisiti

Come dicevamo prima, è possibile essere socio in una SRL ed usufruire del regime forfettario, ma essenzialmente a due condizioni: non devo avere il controllo diretto (o indiretto) della società, e l’attività svolta dalla SRL non deve essere riconducibile a quella della partita IVA che sto per aprire.

Ma vediamo meglio cosa significano questi limiti, anche grazie ai chiarimenti forniti proprio dall’Agenzia delle Entrate.

Forfettario e socio SRL con controllo diretto o indiretto

Si parla di controllo “diretto” quando sono il socio di maggioranza della SRL, ho un’influenza dominante sull’assemblea o magari ho il controllo grazie a dei vincoli contrattuali.

Si ha, invece, un controllo “indiretto” quando magari non sono socio di maggioranza, ma ho il controllo tramite un’altra persona o grazie ad una società fiduciaria. Quindi posso dire di avere il controllo anche quando in realtà ce l’ha mia moglie, marito, affini o parenti fino al terzo grado, tipo il cuggino quello che mi ripara tutto a poco prezzo.

In sostanza se sono socio e ho il controllo diretto o indiretto sulla SRL, sono escluso dal regime forfettario se questa svolge un’attività simile a quella che faccio da forfettario, come spiegheremo tra poco. L’accesso è ammesso senza problemi se ho una partecipazione marginale e comunque non ho controllo sulla società.

Attività forfettaria riconducibile a quella della SRL

Mettiamo caso che ho il controllo della società, come abbiamo spiegato prima. E’ finita? Devo rinunciare al regime forfettario? In realtà è da vedere.

Si deve verificare, infatti, che l’attività della SRL di cui si ha il controllo non sia riconducibile a quella che esercito con la partita IVA individuale. Si, la verifica del codice ATECO è importante, ma non basta cambiarlo per eludere la norma. Va verificata l’attività concretamente svolta da entrambi per capire se è davvero simile o meno.

Quindi posso pure fatturare alla SRL di cui sono socio con la mia partita IVA, l’importante è che economica che svolgo non sia classificabile nella stessa categoria della SRL.

Cause ostative regime forfettario Partecipazione SRL

Quella che abbiamo visto è solo uno dei requisiti da verificare per chi vuole accedere al regime forfettario e a tutti i suoi vantaggi.

Ma tranquillo, ti aiutiamo noi. Ci siamo non solo per la verifica dei requisiti, ma anche per l’apertura della partita IVA.

Si, noi di QuickFisco aiutiamo i forfettari a gestire la loro fiscalità, rimanendo al loro fianco per qualsiasi dubbio e per gestire tutte le scartoffie fiscali.

Inoltre avrai un periodo di prova di 7 giorni per accedere alla piattaforma e usufruire di tutti i servizi di Quickfisco: fatturazione elettronica, monitoraggio degli incassi e calcolatore automatico delle imposte.

Prova gratis il nostro portale oppure scrivici per maggiori informazioni.

Tu rilassati e pensa a fatturare, al resto ci pensiamo noi 😉

Indice degli argomenti

Condividi su:

Facebook
LinkedIn
Email

Dubbi? Scrivici, ti ricontatteremo prestissimo!